Header categorie 2017

Rapporto di attività 2016

1. Promotori dell'attività

“Tandem-Spicchi di vacanza” è un’iniziativa giovanile rivolta a bambini/ragazzi in età scolastica con lo scopo di offrire sull’intero territorio della Svizzera italiana attività (ri-)creative di breve durata (da mezza a più giornate) complementari ai soggiorni di vacanza. L’obiettivo è di dare ai bambini la possibilità di incontrare compagni, divertirsi, scoprire nuovi luoghi e nuove attività, muoversi, sperimentare e coltivare nuovi interessi e passioni.

“Tandem-Spicchi di vacanza” è promosso e gestito dalla “Conferenza dell’attività di animazione Tandem-Spicchi di vacanza” costituitasi nel gennaio 1996 e composta dai seguenti membri: Associazione ticinese famiglie monoparentali e ricostituite (ATFMR), Associazione ticinese di genitori ed amici dei bambini bisognosi di educazione speciale (ATGABBES), Centri d’esercitazione ai metodi dell’educazione attiva (CEMEA), Comunità familiare, Conferenza cantonale dei genitori (CCG), Ficedula, Fondazione Calanca delle esploratrici, Gruppo volontari della Svizzera italiana (GVSI), Pro Juventute sezione Svizzera italiana, Radix Svizzera italiana e WWF. Il progetto gode del supporto finanziario dell’Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (DSS).

2. Accompagnamento e consolidamento di alcune attività promosse in collaborazione con associazioni e istituzioni

Per sei anni il segretariato è stato assunto dall’ATFMR (Associazione ticinese famiglie monoparentali e ricostituite). Le modalità organizzative e gli obiettivi del progetto, ormai consolidati, sono rimasti in linea di massima gli stessi degli anni precedenti, ma nel 2016 è stato dato ampio risalto all’evento legato al 20° giubileo del progetto e sono state investite particolari energie per garantire un accurato passaggio del segretariato alla Conferenza cantonale dei genitori (CCG), l’ente che a partire dal 1.1.2017 assumerà il mandato triennale della gestione del progetto.

La ricerca di nuovi enti, gruppi, associazioni e/o persone in tutta la Svizzera italiana, che propongono durante le vacanze estive attività ricreative di breve durata per i giovani, ha avuto un buon esito: in totale nel 2016 il segretariato di Tandem ha saputo coinvolgere e stimolare 21 nuovi enti fungendo da struttura di appoggio e svolgendo in generale un’importante funzione di orientamento, accompagnamento nell’ideazione e valorizzazione delle attività proposte. In questo modo l’organizzazione delle attività giovanili è risultata adeguata e adatta alle esigenze dei ragazzi e delle loro famiglie. Il lavoro di contenimento delle quote di partecipazione alle attività Tandem non è stato interrotto: come sempre è stato attivato in primavera, al momento della raccolta delle inserzioni, il lavoro di sensibilizzazione presso gli organizzatori per renderli attenti alle difficoltà economiche delle famiglie, invitandoli ad esempio a offrire sconti per partecipanti appartenenti alla stessa famiglia e/o per l’iscrizione a più turni o per i possessori della nuova carta dello studente “Iostudio” del DECS. Possiamo riassumere affermando che i promotori di attività estiva giovanile nella Svizzera italiana sono stati selezionati attentamente per garantire fruibilità, affidabilità e qualità del progetto.

Anche le sinergie in seno ad alcuni enti a livello istituzionale sono state potenziate: visti gli ottimi risultati a livello qualitativo ottenuti con “Professioni in campo”, Tandem ha dato seguito alla collaborazione avviata nel 2014 con l’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale (DECS). È stata anche portata avanti la collaborazione con il Servizio di promozione e valutazione sanitaria/Ufficio del medico cantonale (DSS) che educa i bambini ad un’alimentazione sana ed equilibrata. Il progetto pilota, denominato “Merende sane”, aveva ottenuto un buon apprezzamento nel 2015 e quest’anno è stato allargato a tutte le associazioni di Tandem che proponevano campi diurni o colonie residenziali della durata minima di tre giorni. Alla fine dell’estate il segretariato di Tandem ha infine preso parte a una serie di incontri con i responsabili dei Cemea e dell’Ente ospedaliero cantonale con l’obiettivo di attivare una collaborazione, che si realizzerà tuttavia soltanto nel 2017, per promuovere le colonie residenziali e, in generale, le attività ludico-ricreative di Tandem presso i figli dei dipendenti dell’EOC.

Per quanto concerne invece il giornale di Tandem, atteso ogni anno con trepidazione dalle famiglie, è divenuto una consuetudine che entra nel mese di maggio nelle case della Svizzera italiana portata da tutti i ragazzi delle scuole dell’obbligo. Come sempre Tandem ha evitato di ricorrere a sponsorizzazioni o alla pubblicazione di pagine non adeguate, rifiutando pubblicità commerciale e attività non affini ai propri obiettivi (v. sito Internet: “Obiettivi e finalità”). Si è profilato, come si è visto, come un veicolo di comunicazione istituzionale: per questo motivo è sostenuto finanziariamente da 38 Comuni della Svizzera italiana e da istituzioni pubbliche quali il Dipartimento delle istituzioni o il Servizio di promozione e valutazione sanitaria del DSS, oltre che dall’Ufficio di promozione della cultura del Canton Grigioni.

La distribuzione del giornale in 36'000 copie è stata garantita grazie alla collaborazione con gli Uffici dell’insegnamento scolastico ticinesi (educazione prescolastica, insegnamento primario e secondario ed educazione speciale), dell’Ispettorato scolastico del Grigioni italiano, del Centro di risorse didattiche e digitali (CERDD), di altri servizi socio-sanitari e dei mass media.

Durante l’estate si è proceduto come sempre alla valutazione quantitativa e qualitativa delle animazioni proposte attraverso visite alle attività, un’attenta valutazione dell’andamento delle attività con gli enti organizzatori mediante la compilazione della tradizionale scheda di valutazione, numerosi feedback telefonici e la compilazione del formulario di feedback per capire i bisogni e il grado di soddisfazione degli enti organizzatori.

3. Attività proposte

Le attività proposte dall’iniziativa sono contenute nel giornale "Tandem-Spicchi di vacanza" distribuito, come si è detto, in 36'000 copie a tutti gli allievi delle scuole elementari e medie della Svizzera italiana, nonché alle scuole speciali e dell’infanzia, ai servizi sociali pubblici e privati, agli istituti sociali, agli organi d’informazione e a coloro che ne hanno fatto richiesta.

Nel 2016 sono state complessivamente 271 le attività proposte da 158 enti, associazioni, gruppi e/o persone singole (escluso il campo diurno “Professioni in campo” organizzato da Tandem) che hanno presentato sul giornale di Tandem, nel corso dell’estate, diversi momenti di animazione di diversa natura e durata (in totale nel 2015 erano state proposte 292 attività dallo stesso numero di enti e associazioni, 158 in totale), mentre sul sito Internet in totale sono state annunciate 282 attività. Da segnalare che dal 2011 al 2016 c’è stato un incremento delle proposte del 50% (100 attività di animazione in più in sei anni).

Le attività sono state come sempre suddivise in 7 rubriche e ogni rubrica  suddivisa nei 6 seguenti gruppi e distretti: Leventina e Blenio, Grigioni italiano, Bellinzonese e Riviera, Locarnese e Vallemaggia, Luganese e Mendrisiotto. 

Ecco le attività suddivise per rubrica:

59  attività manuali                          (51 proposte nel 2015)     
35 attività sportive (42 proposte nel 2015)
48 di tutto un po' (49 proposte nel 2015)
2 visite e feste (5 proposte nel 2015)
49 musica, danza, teatro e cinema           (62 proposte nel 2015)
18 nella natura (17 proposte nel 2015)
48 campi diurni (40 proposte nel 2015)
23 colonie residenziali        (26 proposte nel 2015)

 

 

 

 

 

 

Le proposte degli enti organizzatori sono state stimolanti - dai campi musicali per i più piccoli ai corsi di capoeira per gli adolescenti, passando per varie attività creative come il fumetto, la maglia, la ceramica e tanto altro -, cercando di soddisfare la curiosità e le esigenze di bambini, adolescenti e famiglie. Gli enti organizzatori che presentano già da alcuni anni le loro attività sull’opuscolo “Tandem” ogni estate rinnovano le loro proposte in funzione dell’esperienza dell’anno precedente. Quest’anno abbiamo registrato un ricambio con 21 nuovi enti che sono entrati nella “grande famiglia” di Tandem portando proposte ed esperienze originali.

Da sottolineare che Tandem ha riproposto l’attività denominata “Professioni in campo” in collaborazione con l’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale (v. capitolo 5.3), che è stata inserita nella rubrica “Di tutto un po’” sul sito Internet; gli 11 campi diurni di Grest pubblicati a pagina 42 del giornale sono considerati come pubblicità sull’opuscolo, mentre sono stati inseriti e conteggiati come annunci singoli sul sito Internet.

Le attività di “Tandem-Spicchi di vacanza” si prefiggono diversi obiettivi che vogliamo qui ricordare:

Scoperta - svago - incontro

Offrire delle attività e delle occasioni che possono permettere ai ragazzi di scoprire, conoscere e conoscersi, incrementare le loro occasioni di svago e di incontro, creare dei nuovi legami tra di loro e l'ambiente circostante.

Interesse - scelta

Accrescere l'autonomia e la loro consapevolezza, soddisfare la loro curiosità allargandone gli orizzonti, stimolare nuovi interessi, favorire la loro capacità di scelta.

Handicap - integrazione

L'iniziativa si propone di favorire il più possibile l'integrazione di bambini e giovani portatori di handicap.

Sulle 282 attività proposte dagli enti, 73 erano aperte ai portatori di handicap (67 nel 2015). Da sottolineare che l’offerta dei corsi aperti ai diversamente abili sta attraversando un trend positivo da alcuni anni: il segretariato di Tandem si è adoperato in una campagna di sensibilizzazione presso gli enti, spiegando loro l’opportunità e l’importanza nell’aprire le proprie attività ai diversamente abili, nel rispetto dei limiti oggettivi insiti nella tipologia di ogni singola attività.

Complessivamente la partecipazione dei portatori di handicap si è attestata come sempre sotto l’1%; abbiamo registrato un numero di iscritti di 95 persone con handicap (109 nel 2015): questo dato non è molto incoraggiante, ma gli sforzi di integrazione profusi dal segretariato di Tandem e soprattutto dagli enti che si sono messi a disposizione sono stati notevoli.

Infine ecco la ripartizione territoriale delle 282 attività (l’attività denominata “Professioni in campo” non è inclusa nella statistica sottostante, poiché si è svolta in diverse località sia del Sopraceneri sia del Sottoceneri):

Leventina e Blenio           23 attività        8%    
Grigioni italiano  7 attività  2%
Bellinzonese e Riviera 40 attività 14%
Locarnese e Vallemaggia         58 attività 21%
Luganese 86 attività 31%
Mendrisiotto 68 attività 24%

 

 

 

 

 

Benché Tandem abbia continuato ad adoperarsi per potenziare le attività nelle zone periferiche, nel 2016 il risultato è stato leggermente in calo di 2 punti percentuali sia per quanto concerne il distretto di Leventina e Blenio sia per il Grigioni italiano. In generale, per quanto riguarda la distribuzione territoriale delle attività di Tandem-Spicchi di vacanza, si devono segnalare il leggero calo (-1%) anche nel Bellinzonese, stabilità nel Mendrisiotto e l’aumento del 2% delle proposte nel Luganese e del 3% nel Locarnese. Possiamo quindi ancora una volta rilevare il buon equilibrio e la capillarità con cui le proposte di animazione estiva sono distribuite su tutto il territorio della Svizzera italiana.

4Partecipazione all'iniziativa

La partecipazione di bambini e ragazzi alle numerose proposte Tandem nel 2016 è stata di nuovo da record: complessivamente 23’118 giovani hanno partecipato alle diverse attività. I dati sulla partecipazione sono entusiasmanti, poiché nonostante il leggero calo di proposte di animazione pubblicate nel 2016, il numero di bambini è aumentato confermando per il sesto anno consecutivo il trend  positivo! Gli iscritti sono dunque triplicati e gli enti promotori sono aumentati del 50% nel giro in una mezza dozzina di anni; ciò testimonia senz’altro la validità del progetto e la qualità dell’offerta di Tandem.

Occorre ricordare che il dato sulla partecipazione è stato calcolato a fine autunno grazie al rientro, dopo numerosi solleciti, del 94% dei questionari di valutazione. Il numero complessivo delle iscrizioni risulta ancora leggermente sottostimato per due motivi: in primo luogo i dati mancanti non hanno permesso di rilevare il 100% degli iscritti, in secondo luogo il numero dei ragazzi partecipanti a molte attività, in particolare, ai campi e alle colonie, è stato calcolato in base alla partecipazione “a corso” o “a settimana”  (le presenze non sono quindi da intendersi come giornaliere). Bisogna inoltre ricordare che 35 attività non hanno avuto luogo a causa del numero insufficiente di iscritti o per imprevisti o per altri impedimenti degli organizzatori: gli annullamenti sono stati quasi dimezzati rispetto al 2015 (13% di annullamenti sul totale delle schede pervenute nel 2016, 20% nel 2015).

Durante l’estate, complessivamente i diversi tipi di attività hanno ottenuto le seguenti adesioni:

Rubrica                                     Partecipanti       Attività annullate   Schede non pervenute  
Attività manuali 814 16 1
Attività sportive 1'830 0 2
Di tutto un po' 1'368 8 2
Visite e feste 216 0 0
Musica, danza, teatro e cinema 8'809 8 4
Nella natura 231 2 3
Campi diurni 8'557 1 4
Colonie residenziali 1'293 0 1
Totale 23'118 35 17

Ci preme sottolineare che durante l’estate appena trascorsa sia i nuovi enti, sia gli enti che collaborano già da anni con “Tandem-Spicchi di vacanza” hanno mostrato un’elevata disponibilità e fantasia, proponendo le attività più diverse per soddisfare ogni tipo di richiesta, e di questo li ringraziamo calorosamente.

Siamo felici di potere constatare che, grazie al fatto che la compilazione della scheda di valutazione da qualche anno è obbligatoria, il 94% dei questionari di valutazione inviati per posta e anche via e-mail (solleciti) sono rientrati. Ci permettiamo di sottolineare che “Tandem-Spicchi di vacanza” è un’iniziativa di animazione sostenuta dal Canton Ticino e dal Canton Grigioni (oltre che da sponsor privati) e non una semplice agenda di eventi: per questo motivo ha un suo iter progettuale, comprendente anche la valutazione, che deve essere rispettato.

5. Promozione

5.1 Promozione del giornale nelle scuole

Nel 2016 la “Primavera in festa” si è svolta regolarmente con il dottor Arturo (l’attore Claudio Levati) ed è stata apprezzatissima dai bambini e dalle loro maestre. Con il pretesto di distribuire il giornale in ogni classe, l’attore ha saputo valorizzare in modo estremamente ludico e divertente i contenuti del progetto di Tandem interagendo con gli allievi delle scuole che sono state scelte in base al numero di allievi e al distretto (ne è stata visitata una per distretto in modo da poter coprire tutto il territorio della Svizzera italiana, Canton Grigioni compreso).

Come sempre sono state scelte scuole in cui l’animazione di Tandem non era mai giunta in passato; anche quest’anno ci sono state alcune Assemblee dei genitori che hanno organizzato una merenda alla fine dell’animazione di 10’-15’ del dottor Arturo nelle singole sezioni. Da sottolineare che la merenda offerta durante la “Primavera in festa” è stata all’insegna, per la prima volta, del progetto “Merende sane”, esteso nel 2016 a tutti gli enti che hanno pubblicato sul giornale: si è potuto quindi sensibilizzare bambini, genitori e docenti sull’importanza di un’alimentazione corretta, conformemente alle direttive del Servizio di promozione e di valutazione sanitaria (DSS) con cui Tandem collabora attivamente da due anni.

In totale sono state effettuate 30 animazioni in 5 scuole elementari (4 in Ticino e 1 nel Grigioni italiano) e in 3 scuole dell’infanzia (1 in Ticino e 2 nei Grigioni).

Le scuole visitate dall’11 al 13 maggio 2016 sono state le seguenti: Mesocco (SE), Soazza (SI), Bioggio (SE), Arogno (SE + SI), Serravalle (SE) e Cadenazzo (SE).

Complessivamente i bambini a cui è stato consegnato brevi manu il “ricettario del dott. Arturo” (= giornale “Tandem-Spicchi di vacanza 2016”) sono stati 542. La collaborazione con le direzioni delle scuole elementari si è rivelata ottima: in taluni casi hanno informato con una circolare le famiglie dei ragazzi della nostra presenza, chiedendo tuttavia il riserbo nei loro confronti per non rovinare l’effetto sorpresa. Molto buono è stato anche il gradimento dei ragazzi stessi che alla fine della giornata, incuriositi da questo strano personaggio, hanno cercato il dottor Arturo per saggiarne professionalità e competenze mediche.

5.2 Distribuzione della locandina di Tandem 

Per promuovere ulteriormente il progetto di “Tandem-Spicchi di vacanza” nelle scuole dell’infanzia, elementari, medie e speciali della Svizzera italiana, anche quest’anno sono state stampate 1’000 locandine a colori in formato cm 60x42 che sono state inviate insieme agli opuscoli agli istituti scolastici con la richiesta di appenderle alle bacheche. In questo modo veniva comunicato ai ragazzi che il giornale “Tandem è arrivato!” e che potevano, qualora non l’avessero ancora ricevuto, chiederne direttamente una copia ai propri docenti o in segreteria.

La locandina è stata spedita anche a tutti i 158 enti che hanno aderito con una o più attività di animazione al progetto con l’invito ad appenderla nel luogo in cui effettuavano l’attività organizzata in collaborazione con “Tandem”, questo per dare maggiore visibilità e unitarietà alla nostra iniziativa.

5.3 Due attività per gli adolescenti: “Professioni in campo”

Con l’obiettivo di rivolgere attenzione ai ragazzi delle Scuole medie, in collaborazione con l’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale, Tandem ha organizzato per il terzo anno consecutivo dal 13 al 15 luglio 2016 tre giornate per avvicinare gli adolescenti al mondo del lavoro. Intitolate “Professioni in campo” le attività in queste tre giornate sono state divise in due campi diurni, uno nel Sopraceneri e uno nel Sottoceneri. I ragazzi hanno potuto visitare complessivamente 9 diverse aziende formatrici accompagnati dagli orientatori professionali che si sono messi a disposizione per spiegare loro la grande quantità di professioni che coesistono all’interno di ogni azienda e il percorso che bisogna intraprendere per poter imparare i diversi mestieri. In totale i ragazzi iscritti che hanno partecipato alla proposta di Tandem sono stati 20.

A seguito dei 18 questionari di feedback rientrati abbiamo potuto appurare quanto segue: la maggior parte dei ragazzi è venuta a conoscenza dei campi mediante il giornale o il sito Internet di Tandem o attraverso le informazioni dispensate dagli orientatori e dai docenti delle scuole medie. Quasi tutti, eccetto due, si sono iscritti su suggerimento dei loro genitori e non di propria volontà. La domanda che si pongono alcune orientatrici e la coordinatrice di Tandem è se la partecipazione sia stata almeno un po’ concordata tra genitori e figli oppure se i ragazzi siano stati costretti dalle famiglie ad iscriversi: sebbene essi si siano presentati sempre puntuali e il loro comportamento sia stato adeguato, talvolta sono venute a mancare attenzione e curiosità, soprattutto per le attività che si sono svolte all’aria aperta (p. es. visita all’Afor in Val di Muggio). Inoltre un dato sorprendente è che nessuna ragazza si sia iscritta e che la scelta delle aziende del Sopraceneri sia stata apprezzata maggiormente rispetto a quella nel Sottoceneri: la metà degli iscritti al campo del Sopraceneri era proveniente e si è spostata dal Sottoceneri, mentre gli iscritti nel Sottoceneri erano tutti provenienti dalla zona. Questo indica chiaramente che il ventaglio di aziende proposte nel Sopraceneri sia stato considerato senz’altro più interessante, ma in ogni caso l’accoglienza da parte delle aziende è stata generosa e attenta ovunque.

In generale il livello di gradimento è stato ancora più elevato del 2015: gli obiettivi dell’attività erano stati chiariti in modo ottimale sin dall’inizio e tutti i riscontri relativi alla qualità complessiva della presentazione delle varie professioni sono stati da buoni a ottimi, senza eccezioni. Da discreto a ottimo il coinvolgimento diretto dei ragazzi in attività concrete da parte delle aziende. In questo senso il lavoro di sensibilizzazione degli scorsi anni presso le aziende formatrici da parte dell’Ufficio dell’orientamento - con richiesta esplicita della possibilità di sperimentare in prima persona alcuni mestieri - è stato accolto positivamente dalle aziende stesse e, di conseguenza, anche da parte dei ragazzi che si sono cimentati in varie attività.

Considerata da buona a eccellente, con una sola eccezione, anche la documentazione cartacea (schede sui mestieri) consegnata a fine giornata. Nell’insieme anche l’organizzazione di Tandem e il rapporto qualità-prezzo sono stati giudicati molto positivamente nella maggior parte dei casi. A livello finanziario il consuntivo dei costi si è chiuso con un piccolo utile, sebbene il segretariato di Tandem si sia fatto carico a livello finanziario dei trasporti con i pulmini-taxi, i quali hanno accompagnato gli adolescenti e gli orientatori da un’azienda all’altra sul mezzogiorno.

Da sottolineare quale valore aggiunto di queste giornate l’opportunità per i ragazzi stranieri di integrazione e di prezioso accesso a informazioni relative al loro futuro professionale generati dallo scambio a tu per tu con gli orientatori e con i direttori delle aziende. I suggerimenti sui settori aziendali che i ragazzi desiderano ancora visitare e le conclusioni generali sui due campi sono stati raccolti nel documento denominato “Statistiche”: nonostante il problema dei trasporti, impegnativi per i genitori, poiché luogo di ritrovo e di rilascio cambiavano di volta in volta, diverse persone hanno chiesto per il futuro di prolungare i due campi da tre a cinque giornate. Ciò denota senz’altro l’apprezzamento complessivo di questi due campi diurni organizzati con l’obiettivo di affiancare il lavoro svolto durante l’anno scolastico dall’Ufficio di orientamento scolastico anche in un periodo, quello estivo, in cui dovrebbero esserci maggior tempo e tranquillità per conoscere, sperimentare e riflettere sulle scelte scolastiche e professionali che attendono i ragazzi alla fine della scuola dell’obbligo.

5.4 Attuazione del progetto "Merende sane"

a. Definizione del progetto

L’iniziativa denominata “Merende sane”, organizzata come progetto pilota da Tandem-Spicchi di vacanza in collaborazione con il Servizio cantonale di promozione e di valutazione sanitaria già nel 2015, durante la scorsa estate è stata allargata a tutti gli enti organizzatori di attività estive con una durata minima di tre giorni. L’Ufficio del medico cantonale l’ha approvata nel quadro della prevenzione e della promozione della salute, con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani della Svizzera italiana sull’importanza di un’alimentazione sana ed equilibrata durante le attività del tempo libero estivo, in particolare durante i campi diurni e le colonie residenziali. 

b. Tipologia e modalità di coinvolgimento degli enti

Su richiesta dei responsabili del Servizio di promozione e di valutazione sanitaria, il segretariato di Tandem ha proposto a tutti gli enti che organizzavano campi e colonie della durata minima di tre giorni di aderire al progetto: per questo fine è stato adattato il formulario online utilizzato di norma dagli organizzatori per annunciare le proprie attività nei mesi di febbraio e marzo. Inoltre sul sito di Tandem sono state rese fruibili già in primavera tutte le informazioni necessarie e la documentazione del DSS; la coordinatrice Serena Giudicetti si è in seguito messa a disposizione per fornire agli organizzatori, ai cuochi e ai responsabili e monitori  dei campi tutte le raccomandazioni per poter concretizzare il progetto seguendo le direttive dell’Ufficio di promozione e valutazione sanitaria.

Nel mese di aprile la coordinatrice ha allestito una tabella con la lista degli enti che hanno aderito al progetto: complessivamente hanno partecipato al progetto 26 associazioni e persone singole per un totale di 46 campi diurni e colonie residenziali. Gli enti hanno ricevuto la documentazione per attuare il progetto prima dell’estate e hanno adottato con entusiasmo i suggerimenti e, come accennato sopra, in alcuni casi hanno chiamato o scritto al segretariato di Tandem per avere ulteriori informazioni o chiarire alcuni dubbi sulla modalità di preparazione delle merende.

 

c. Svolgimento del progetto durante l’estate: feedback degli enti organizzatori

A fine estate sono rientrati complessivamente 24 dei 26 questionari di feedback inviati agli enti: le attività si sono svolte tutte regolarmente. In alcuni casi, essendo lo stesso ente responsabile del progetto “Merende sane” per più di un campo o una colonia, sono rientrati più di un formulario intestato alla stessa associazione. Abbiamo dovuto infine constatare che in alcuni formulari non è stata data una risposta a tutte le domande. Le attività erano suddivise in 17 campi diurni e 7 colonie residenziali: complessivamente i campi con attività musicali o teatrali, svolti nella natura, in montagna, al mare o al lago, gli atelier grafico-pittorici, le colonie ricreative-formative, le attività circensi o sportive ecc. che hanno proposto una merenda sana sono stati ben 46, essendo alcuni ripetuti per più settimane, per complessivamente 582 giorni di attività. In media ogni attività ha avuto una durata di quasi tredici giorni: questo dato è molto interessante, perché durante il progetto pilota nel 2015, invece, la media di ogni attività in cui veniva proposta la merenda sana era di soli sette giorni per campo. Nell’insieme sono stati coinvolti nel progetto 2'687 bambini accompagnati da 455 adulti (responsabili di colonia, monitori, animatori, cuochi, volontari ecc.). Si può dunque concludere che più di tremila persone sono state sensibilizzate ad un’alimentazione sana, senza contare i genitori dei giovani partecipanti che in parte sono stati informati sul progetto nel momento dell’iscrizione dei loro figli in parte nel primo giorno di attività.

Per quanto riguarda il feedback sulla tipologia delle bevande offerte, abbiamo osservato che l’informativa sull’importanza di utilizzare semplicemente l’acqua del rubinetto, anziché bibite zuccherate e gassate nocive per la salute dei bimbi, è stata accolta e applicata da tutti con una sola eccezione, mentre l’acqua in bottiglia è stata bevuta tutti i giorni o abbastanza spesso da meno della metà degli utenti dei campi, soprattutto quando si trattava di effettuare escursioni. Il suggerimento di aggiungere all’acqua erbe aromatiche o agrumi, come già rilevato lo scorso anno, non fa ancora parte della cultura mediterranea, ma è auspicabile che venga applicato in futuro. Infine l’offerta di tisane non zuccherate è stata adottata tutti i giorni o abbastanza spesso soltanto dal 43% degli enti. Riassumendo, abbiamo potuto rilevare che i bambini hanno gradito l’offerta dell’acqua del rubinetto e che gli enti che hanno partecipato al progetto sono stati molto sensibili all’importanza di evitare in generale le bibite zuccherate che, oltre ad essere dannose e costose, implicavano anche un certo dispendio di energie per andare ad acquistarle e portarle fisicamente nei vari luoghi dove si svolgeva la colonia.

Se ci riferiamo alla tipologia delle merende offerte, possiamo affermare che né le spremute fresche né i succhi di frutta in bottiglia abbiano avuto successo: da quanto ci è stato riferito da alcuni organizzatori, il tempo disponibile ridotto, la preparazione più complicata per un gruppo numeroso di ragazzi e i costi troppo elevati hanno inciso su questa scelta. Invece praticamente tutti hanno offerto ai ragazzi, quotidianamente, frutta fresca di stagione, spesso coinvolgendoli in prima persona nella preparazione di invitanti piatti decorati in modo fantasioso con frutta a pezzi, macedonia, spiedini di frutta ecc. La frutta secca è stata servita spesso o abbastanza spesso da un terzo degli enti, mentre quella oleaginosa, come le noci, le nocciole e le mandorle, in misura minore, da un quarto degli iscritti al progetto. Gelati e ghiaccioli di frutta sono stati proposti ai giovani una volta su due abbastanza o molto spesso, mentre i frappè praticamente quasi mai. Già lo scorso anno avevamo rilevato una tendenza simile, così come una buona percentuale di inserimento negli spuntini, tutti i giorni, di verdura (come le crudités) e del pane. Per quanto concerne invece i cereali non zuccherati, solo un terzo li hanno gustati abbastanza spesso o regolarmente, mentre i latticini sono stati per molti una valida alternativa ai farinacei che hanno alternato i due tipi di merenda proponendo in talune occasioni più rare anche yogurt o gelati di frutta.

 

d. Conclusioni

Il risultato concernente gli obiettivi e l’attuazione del progetto presso gli enti è stato molto soddisfacente: praticamente quasi tutti gli enti erano ampiamente informati su quali fossero gli obiettivi del progetto; tuttavia circa un terzo degli enti ha ritenuto non necessario dover informare le famiglie sull’attuazione del progetto, mentre due terzi dei responsabili dei campi e delle colonie ha preferito comunicare agli interessati e ai partecipanti ciò che li attendeva. La maggioranza degli organizzatori afferma che non è stato troppo  difficile o complicato mettere in pratica il progetto e ha potuto far capo alle informazioni e alla documentazione ricevuta per preparare le merende sane. In alcuni casi le merende si sono trasformate in realtà anche in spuntini di mezza mattina; è stato gratificante poter notare che alcune prescrizioni, elencate nella documentazione del DSS fornita da Tandem agli organizzatori, sono state utilizzate come linee guida anche per alcuni pranzi e cene durante le colonie residenziali.

Per quanto concerne i costi supplementari supportati dagli enti per preparare le merende sane, in 5 campi e colonie sono stati riscontrati, in 18 non hanno inciso sul regolare preventivo e in 4 hanno determinato solo in parte una maggiorazione delle spese complessive. In quasi l’80% dei casi gli organizzatori hanno potuto constatare che offrire ai bambini questo tipo di alimentazione sana sia stato stimolante e da considerare un valore aggiunto all’attività stessa. Un suggerimento per il futuro potrebbe essere quello di cercare di coinvolgere maggiormente i bambini nella preparazione delle merende, ossia nella dimensione del fare e del vivere l’esperienza diretta in prima persona. Bisogna sottolineare come i bambini, senza eccezione, hanno tutti apprezzato le “merende sane”, proprio perché gli sforzi intrapresi dagli enti per correggere in taluni casi le loro abitudini alimentari sono stati esemplari. Alcune associazioni hanno espresso il desiderio che il progetto “Merende sane” possa continuare ad essere proposto da Tandem nei prossimi anni.

Infine da sottolineare come, in occasione della festa campestre del 20° anniversario di Tandem, tenutasi il 3 settembre 2016 presso il parco di Casvegno a Mendrisio, Tandem abbia deciso di far stampare in 3'000 copie il “set” del progetto “Merende sane”, da utilizzare come sottopiatto per apparecchiare i tavoli della festa, con lo scopo di sensibilizzare le numerose famiglie presenti all’evento sull’importanza di un’alimentazione corretta. Ricordiamo che il menu della manifestazione è stato concordato ad hoc con l’Ufficio di promozione e valutazione sanitaria, in linea con le direttive del DSS già applicate durante l’estate ai 46 campi diurni e alle colonie residenziali di Tandem.

5.5 Partecipazione a "Chiass...iamo insieme"

Su invito di un membro della Conferenza, Tandem ha partecipato il 22 maggio 2016 alla manifestazione denominata “Chiass…iamo insieme” che si è tenuta nell’incantevole parco di Viale Stoppa. Considerata la concomitanza con l’inizio della distribuzione del giornale, Tandem ha allestito una bancarella, colto l’occasione per consegnare le copie della nuova edizione ai numerosi genitori e bambini presenti e per promuovere il progetto con le famiglie di stranieri che hanno affollato il parco nell’arco di tutta la giornata. Si può considerare questo un valore aggiunto all’evento, poiché molto migranti non erano a conoscenza della possibilità per i loro figli di iscriversi a costi contenuti o addirittura gratuitamente alle varie attività proposte da Tandem durante l’estate.

Si può dunque affermare che Tandem si orienta non solo verso l’integrazione dei diversamente abili, ma anche nella direzione dell’integrazione dei bambini stranieri, arrivati magari da poco in Ticino e che non hanno ancora iniziato a frequentare le scuole dell’obbligo. Questa tendenza a voler approfittare delle attività di Tandem da parte dei figli dei migranti è in aumento: lo scorso anno avevamo già rilevato la partecipazione a “Professioni in campo” di alcune ragazze africane che erano rimaste alquanto soddisfatte dell’opportunità di farsi un’idea concreta del proprio futuro professionale con Tandem, non potendo avvalersi di informazioni e consigli dei propri familiari e della propria cerchia sociale.

All’evento di Chiasso Tandem ha offerto, oltre alla presenza della bancarella, anche quella delle tradizionali bici strane dei Balocchi e Baloss: nel tardo pomeriggio è stata organizzata un’appassionante quanto singolare gara con i “grilli” nel parcheggio asfaltato accanto al parco, che ha riscosso un notevole successo e ha regalato tante emozioni ai giovani partecipanti e ai loro genitori. Alla fine della competizione sono stati consegnati diplomi di partecipazione e vere e proprie coppe scintillanti in oro zecchino…

La partecipazione all’evento è stata ottima e il segretariato di Tandem ha potuto divulgare i contenuti del progetto, raccogliere suggerimenti per le sue attività future e creare rete con i professionisti del settore giovanile e scolastico nel Mendrisiotto.

6. Festa campestre del 20° anniversario di Tandem

Il 2016 è stato l’anno del 20° giubileo del progetto Tandem: infatti la Conferenza di animazione di Tandem, composta attualmente da dieci associazioni, era stata costituita dopo alcuni anni di sperimentazione nel 1996. Per l’occasione è stata organizzata una grande festa campestre con lo scopo di offrire ai bambini e alle loro famiglie l’opportunità di godersi uno degli ultimi “spicchi di vacanza” dell’estate 2016. Questa idea ha condotto la Conferenza di Tandem ad unire le forze con il Club 74 e a preparare insieme il tradizionale appuntamento di fine estate. Grazie ad una visione condivisa, è stato non soltanto facile, ma anche appassionante lavorare con il Club 74 nei preparativi di una festa campestre ancora più ricca. Le finalità e i valori delle due organizzazioni sono infatti affini e questo ha permesso di coordinare una giornata ricca di animazioni, spettacoli, laboratori di ogni genere e tante sorprese per grandi e piccini. La festa si è tenuta il 3 settembre a Mendrisio (OSC).

Grazie al meteo favorevole - il sole non è mai mancato durante tutta la giornata - la partecipazione è stata rilevante: almeno duemila persone hanno raggiunto lo splendido parco di Casvegno per visitare la gigantesca arca di Noè in legno, costruita appositamente per l’occasione dagli utenti dell’OSC, e per godersi un po’ di ombra sotto gli alberi secolari che punteggiano il magnifico parco. A mezzogiorno, sebbene molte famiglie abbiano deciso di uscire di casa soltanto nel pomeriggio a causa della canicola, sono stati distribuiti in totale più di mille pasti, a testimonianza di un'affluenza davvero degna di nota, pur se in assenza di stime esatte.

La festa si è aperta alle 11.00 sul grande prato davanti al punto accoglienza con lo spettacolo delle bolle giganti, molto apprezzato dai più piccini. Ha fatto seguito il momento ufficiale dedicato al 20° anniversario di Tandem, con il saluto di Mauro Durini per il Club 74, una presentazione storica del progetto a cura di Paolo Bernasconi, presidente di Tandem, e i ringraziamenti ai numerosi sostenitori da parte di Serena Giudicetti, coordinatrice del progetto negli ultimi sei anni. La concitazione, l’animazione e la gioia dei presenti erano tali che Marco Galli, capoufficio dell’UFAG, ha dovuto ridurre al minimo il proprio intervento che intendeva illustrare i valori, i contenuti, le sinergie e la storia del progetto Tandem (consultabile integralmente sul sito di Infofamiglie). Dopo il momento ufficiale i presenti sono stati invitati all’aperitivo del Buffet Migrante  organizzato da Tandem e dall’ATFMR – l’associazione che ha ospitato il segretariato di Tandem negli ultimi anni.

Al pranzo in comune a base di gnocchi fatti in casa e frutta di stagione (ad un costo simbolico di fr. 5.-) hanno partecipato, come si diceva, un migliaio di persone, sia utenti dell’ospedale, sia famiglie con bambini perlopiù in età di scuola elementare e dell’infanzia. Per l’occasione Tandem ha fatto stampare e apparecchiare i tavoli con alcuni dei 3'000 set da tavola dedicati al progetto denominato “Merende sane”, ideato e promosso quest’anno in collaborazione con l’Ufficio di promozione e valutazione sanitaria del DSS (per maggiori informazioni sul progetto sono disponibili i rapporti di attività “Merende sane 2015 e 2016”).

Alle 13.00 è stato dato il via ai laboratori manuali, creativi e sportivi offerti da una decina di enti di Tandem: in particolare si sono attivati il WWF con un laboratorio di educazione ambientale, i Cemea, con un gioco di gruppo per bimbi condotto da due ragazze delle scuole medie con la supervisione di Paolo Bernasconi, la Società cinofila del Monte Generoso con diverse attività di tipo educativo per insegnare ai bambini ad interagire con i cani, due collaboratrici di LAC edu che hanno promosso un laboratorio artistico, lo stand dell’Associazione traffico e ambiente (ATA) con un laboratorio creativo di sensibilizzazione al “Pedibus”, una scuola di equitazione, due giovani monitori del G + S che hanno offerto l’opportunità ai bambini di cimentarsi nell’arrampicata sulla parete della palestra dell’OSC e infine i Balocchi e Baloss con i “grilli”, le biciclette strane che durante le uscite di Tandem in piazza non sono mai mancate e hanno permesso ai bimbi di scorrazzare indisturbati nell’arco di tutto il pomeriggio lungo i viottoli del parco di Casvegno.

A tutte queste attività, offerte pressoché gratuitamente dagli enti di Tandem, si sono aggiunte naturalmente tutte le proposte del Club 74: gli spettacoli con i cavalli, la “monta vaquera” e la dimostrazione di ”monta western”, il battesimo della sella e i giri in carrozza, il percorso all’interno dell’arca di Noè con visita agli animali da fattoria al piano terreno, salita ai piani superiori, vista panoramica sulla festa e poi di nuovo discesa dall’arca con salto sul carro del fieno. Unica nota un po' dolente durante l’evento è stata la giornata estremamente umida e afosa, che ha causato qualche disagio alle decine di organizzatori e volontari, soprattutto a coloro che hanno effettuato i turni di sorveglianza per la sicurezza e l’incolumità dei bambini sull’arca.

Infine non dobbiamo dimenticare lo scopo sociale delle bancarelle di alcuni enti: la loro presenza ha accentuato l’atmosfera festosa e rilassata della giornata. Gli spettacoli offerti da Tandem sono stati di qualità: particolarmente apprezzate le tre “Giraffe” proposte dallo Xirriquiteula Teatre che hanno stupito il pubblico con la loro poesia e magia un po’ surreale: accompagnate da due musicisti con strumenti acustici da loro stessi creati con materiali di riciclo, hanno bighellonato per il parco con la loro andatura lenta e cadenzata dai lunghi passi mossi sui trampoli da tre artisti di strada. Non è esagerato affermare che le Giraffe sono già divenute leggendarie, inserite com’erano in un contesto di festa che aveva al centro gli animali dell’“Arca di Noè”! Un ulteriore contributo di Tandem alla buona riuscita della manifestazione è stata la presenza di Gioacchino Lo Nardo, un mago-clown che ha intrattenuto i più piccini in due spettacoli di un’ora ciascuno. Infine, purtroppo solo a fine giornata è stato possibile proporre lo straordinario spettacolo di un gruppo di ragazzi adolescenti di 15-18 anni che si sono esibiti in una danza hip hop in palestra con una curatissima e fantasiosa coreografia: i ragazzi si allenano al centro giovani di Mendrisio e sono stati selezionati per i mondiali di hip hop.

Cogliamo l’occasione per ringraziare pubblicamente tutti i Comuni della Svizzera italiana - in particolare la Città di Mendrisio – e la Fondazione Giglia per aver sostenuto finanziariamente le proposte di Tandem alla festa campestre e gli enti che si sono messi a disposizione gratuitamente per animare i laboratori. Infine sono doverosi i ringraziamenti al Club 74 per l’impegno finanziario e l’enorme sforzo organizzativo che ha coinvolto per tutta la primavera e l'estate i propri utenti nell’allestimento della logistica della festa. Da sottolineare inoltre quale valore aggiunto il coinvolgimento nell’evento di molti ragazzi adolescenti che hanno contribuito alla sua buona riuscita e stimolato altri giovani al volontariato e alla partecipazione attiva a iniziative a scopo sociale e proposte ludiche e sportive. Un grazie speciale va naturalmente alla Conferenza di Tandem che ha ideato e sostenuto il progetto del 20° anniversario e ha collaborato con slancio ed entusiasmo alla sua splendida riuscita. 

7. Sito Internet, App e pagina Facebook

Secondo le statistiche dal 1.1 al 13.12.2016 il portale di Tandem ha ottenuto i seguenti risultati: 13’268 visite con 62’029 visualizzazioni di pagina da parte di 9'873 utenti (sesso: 46% donne e 54% uomini; età: come nel 2015). Rispetto ai dati relativi allo stesso periodo dell’anno scorso si registra un calo delle visite (-8%) e del numero complessivo degli utenti (-4%), dovuto al fatto che i rilevamenti di Google Analytics per il sito non tengono conto dei collegamenti effettuati a partire dall’applicazione di Tandem e quindi i dati delle visite mediante App non sono compresi in questa statistica. Nel 2016 si è tuttavia registrato un aumento del 5% dei nuovi visitatori del sito. La durata media di ogni sessione si attesta a 2.56 minuti.

Il picco delle visite sul sito Internet è da rilevare quest’anno non più in concomitanza con la distribuzione del giornale nelle scuole a maggio e neppure con la pubblicazione online anticipata ad inizio aprile del programma delle attività promosse da Tandem, bensì nel mese di agosto in cui sono state registrate ben 2’160 visite (vs 1'136 nello stesso mese del 2015). Probabilmente questa novità è dovuta al fatto che gli utenti ad agosto cercavano informazioni sulla festa campestre del 20° di Tandem, ma potrebbe anche essere un segnale che le famiglie fossero alla ricerca di interessanti attività e opportunità di collocamento per i figli in un mese, quello di agosto, in cui l’offerta di animazione sul territorio è inferiore rispetto a luglio e giugno (ormai molti genitori anche ad agosto lavorano, preferendo forse prenotare le vacanze in periodi meno costosi e affollati).

Per quanto concerne l’App, nel 2016 risultava essere installata complessivamente da 247 persone, un risultato non molto incoraggiante dovuto a nostro avviso al fatto che le informazioni relative al programma delle attività estive fruibili attraverso l’App non sono complete come sul sito Internet, appaiono quindi poco utilizzabili per il genitore che desidera sapere se può iscrivere il proprio figlio ad una specifica attività.

La pagina Facebook di Tandem sta avendo invece un buon successo di pubblico con attualmente 374 “Mi piace”. Il pubblico della pagina Facebook di Tandem è prettamente femminile (73% donne e 26% uomini): questo dato è interessante, se si considera che sul sito Internet di Tandem i fruitori sono invece in maggioranza uomini. La maggior parte dei seguaci della pagina Facebook di Tandem proviene, per ovvii motivi, dalla Svizzera/Canton Ticino ed è di madrelingua italiana. La copertura dei post ha avuto infine il picco a fine aprile, poco prima della pubblicazione del giornale cartaceo. In conclusione, a nostro avviso è auspicabile potenziare in futuro l’utilizzo di Facebook, ma anche di altri social media come Twitter, poiché sono un mezzo immediato ed efficace per informare durante tutto l’anno gli utenti di Tandem (famiglie e ragazzi), ma sono anche uno strumento estremamente utile ed economico per mantenere vivo il contatto con gli enti inserzionisti e con tutti coloro che potrebbero essere coinvolti nel progetto.

8. Realizzazione del progetto

La realizzazione del progetto “Tandem-Spicchi di vacanza 2016” è stata resa possibile grazie al contributo finanziario e logistico dei seguenti enti:

  • Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani del DSS, Cantone Ticino (partner principale)
  • Dipartimento dell’educazione, della cultura e della protezione dell’ambiente dei Grigioni
  • Dipartimento delle istituzioni, Cantone Ticino: programma di prevenzione “Acque sicure”
  • Servizio di promozione e valutazione sanitaria/Ufficio del medico cantonale, DSS, Cantone Ticino
  • Ufficio dell’educazione prescolastica del DECS, Cantone Ticino
  • Ufficio delle scuole comunali del DECS, Cantone Ticino
  • Ufficio dell’insegnamento medio del DECS, Cantone Ticino
  • Ufficio dell’educazione speciale del DECS, Cantone Ticino
  • Centro di risorse didattiche e digitali (CERDD) del DECS, Cantone Ticino
  • Ispettorato scolastico e di scuola dell’infanzia del Grigioni italiano
  • Istituto scolastico comunale della Città di Lugano

I partner sostenitori del progetto “Tandem-Spicchi di vacanza 2016” sono stati:                               

  • Fondazione Cesare e Giuseppe Giglia
  • Federazione banche Raiffeisen Ticino e Moesano

I Comuni sostenitori del progetto “Tandem-Spicchi di vacanza 2016” sono passati a complessivamente 38. Ai Comuni principali che hanno sostenuto l’iniziativa di “Tandem” se ne sono aggiunti alcuni più piccoli che nel 2016 hanno dato la loro adesione al progetto.

Comuni sostenitori principali: Comune di Chiasso, Città di Lugano, Città di Bellinzona, Città di Locarno, Città di Mendrisio, Comune di Massagno, Comune di Torricella Taverne.

Sono inoltre Comuni sostenitori: Airolo, Aranno, Arbedo-Castione, Arogno, Avegno Gordevio, Balerna (nuovo), Bioggio, Blenio, Brissago, Cadempino, Canobbio, Castel San Pietro, Claro (nuovo), Coldrerio, Comano, Giubiasco, Gordola, Grancia, Gravesano, Lamone (nuovo), Losone, Magliaso, Melano, Mezzovico-Vira, Morcote, Origlio, Orselina, Sant’Antonio, Savosa, Serravalle, Tenero-Contra.

Hanno sostenuto il progetto con l’acquisizione di uno spazio pubblicitario sul giornale “Tandem 2016”:

  • Servizio di promozione e di valutazione sanitaria/Ufficio del medico cantonale, DSS, Cantone Ticino
  • Dipartimento delle istituzioni, Cantone Ticino: programma di prevenzione "Acque sicure"
  • Comunità tariffale Arcobaleno
  • Associazione genitori non affidatari (AGNA)
  • Associazione ticinese delle famiglie monoparentali e ricostituite (ATFMR)
  • Associazione ticinese di genitori ed amici dei bambini bisognosi di educazione speciale (ATGABBES)
  • Associazione Dialogare/Consultorio sportello donna
  • Associazione Grest Ticino
  • Associazione traffico e ambiente (ATA): progetto "Pedibus"
  • Cemea
  • Conferenza cantonale dei genitori (CCG)
  • Pro Juventute Svizzera italiana e Consulenza + aiuto 147
  • Fondazione della Svizzera italiana per l’aiuto, il sostegno e la protezione dell’infanzia (ASPI)
  • WWF Svizzera

Essenziale per la riuscita del progetto è stata la collaborazione con l’Ufficio dell’insegnamento primario e secondario, dell’educazione speciale del Canton Ticino, del Centro di risorse didattiche e digitali (CERDD) e dell’ispettorato delle scuole del Grigioni italiano, grazie ai quali si è potuta effettuare la distribuzione dell’opuscolo “Tandem” all’interno delle scuole. Infine, la promozione del giornale ha potuto svolgersi grazie anche alla collaborazione dei mass-media (quotidiani e radio).

L’iniziativa non si sarebbe, infine, potuta realizzare senza la collaborazione di tutti gli enti, i gruppi, le associazioni e le persone che hanno messo a disposizione dei giovani il loro tempo e le loro conoscenze per proporre stimolanti momenti di animazione agli interessati e non avrebbe avuto successo senza l’adesione dei bambini e dei ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo alle attività estive proposte.

Un grazie di cuore e un arrivederci da parte dell’ATFMR vada a tutti coloro che ci hanno sostenute in sei anni di gestione di questo bel progetto a favore dell’infanzia e della gioventù della Svizzera italiana!

Per il segretariato della Conferenza dell’attività di animazione “Tandem-Spicchi di vacanza”: Serena Giudicetti, coordinatrice           (14 dicembre 2016)